TRATTO 1 Si parte da P.zza Papa Giovanni XXIII, che ospita annualmente i festeggiamenti dedicati alla Madonna Nera e si continua su un tratto di strada asfaltata.. TRATTO 2 La strada diventa un sentiero sterrato circondato da campi, pascoli e boschi cedui. TRATTO 3 Fino a Serra della Prima Croce si attraversa un tratto sterrato ma carrabile. TRATTO 4 Qui la vista si apre sul panorama della Valle. Proseguendo si attraversa una faggeta con una ricca biodiversità: l’Abete bianco, l’aglio selvatico, che fiorisce tra aprile e luglio, l’Agrifoglio, la Rosa Canina, il Ciclamino, il Pungitopo e alcuni tipi di orchidee selvatiche. È possibile incontrare molti anfibi nei pressi dei torrenti che si incontano sul percorso, come la rara e piccola Salamandrina dagli occhiali o la più comune Salamandra pezzata. Alla fine del percorso è possibile riposarsi visitando il Museo del Lupo, gestito dal Centro di Educazione Ambientale ed alla Sostenibilità (CEAS) e la Fontana dei Pastori, a circa 1400 m di altitudine nella località omonima. Qui si trovano anche le piste da sci del comprensorio sciistico “Montagna Grande di Viggiano”.
Image
Image